Sabato 18 Gennaio 2014 15:53Articolo letto: 6292 volte   

Ministero dell' Economia e delle Finanze, comunicato del 10/01/2014.
IMU, Mini-IMU, TARI, TASI e TARES: le scadenze 2014 in una nota del Ministero

Il Ministero dell' Economia e delle Finanze ha pubblicato una nota nella quale sono riassunte le principali scadenze del 2014 per quanto concerne i tributi sugli immobili, compresa la nuova imposta comunale IUC che si compone di IMU, TARI e TASI, come previsto dalla nuova legge di stabilità.

Come molti di voi sapranno, la legge di stabilità ha infatti rivisto nel suo complesso la tassazione sugli immobili in vigore dal 2014, abolendo da un lato l'IMU sulla prima casa (più altre tipologie di immobili) e introducendo dall'altro la nuova imposta comunale IUC con le due 'anime' legate ai rifiuti (TARI) ed ai servizi indivisibili (TASI).

L'IMU continuerà ad esistere per tutti gli immobili che non sono esenti (ad esempio le seconde case o le abitazioni principali di pregio) ma sarà inclusa nel "pacchetto" delle imposte che fanno parte della IUC.

Tuttavia, leggendo queste prime note del Ministero, non possiamo fare a meno di notare che il quadro complessivo delle scadenze che il contribuente è chiamato a rispettare è destinato a complicarsi, e questo a dispetto dell' unicità della nuova imposta.

Sembra infatti che ciascuna componente della IUC possa avere scadenze diverse e che per la TARI e la TASI sia addirittura il Comune a stabilire il numero delle rate nonché le scadenze di pagamento, con la possibilità di effettuare il versamento in un unica soluzione entro il 16 giugno.

 

Di seguito il comunicato del MEF:

 

La legge di stabilità per l’anno 2014 (legge 27 dicembre 2013 n. 147) ha previsto:

 

  • per l’imposta unica comunale (IUC) che si compone dell’IMU, della TARI e della TASI i seguenti termini di versamento:
  • per l’IMU: il 16 giugno e il 16 dicembre;
  • per la TARI e la TASI: almeno due rate a scadenza semestrale i cui termini sono stabiliti da ciascun comune in maniera anche differenziata fra i due tributi. E’ prevista la possibilità del pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno.
  • per la cosiddetta “mini IMU”, vale a dire l’eventuale parte residuale della seconda rata dell’IMU 2013 a carico del contribuente: il prossimo 24 gennaio;
  • per la maggiorazione standard della TARES: il prossimo 24 gennaio, a meno che il versamento non sia stato già effettuato entro il 2013.
Fonte: MEF.

Tags: mef scadenze tari tasi